Tariffe

Rientra tra i compiti dell’Ente di Governo d’Ambito della Sardegna  quello di determinare, modulare e adottare la tariffa unica d’ambito del servizio idrico integrato regionale nel rispetto degli atti di regolazione dell’Autorità per l’energia e il gas e il sistema idrico (AEEGSI), oggi Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente ARERA (Legge 27 dicembre 2017, n. 205).

La direttiva europea 2000/60/CE fissa i principi fondamentali del full cost recovery e del chi inquina paga: la tariffa idrica deve essere quindi sostenibile per l’utenza e in grado di garantire la copertura dei costi per la gestione del servizio idrico integrato, inclusi quelli ambientali collegati a un maggiore consumo della risorsa acqua. Essa è costituita da una parte fissa annuale e da una quota variabile in relazione al consumo di acqua, calcolata in euro/metro cubo.

L’articolazione tariffaria è la segmentazione della tariffa del Servizio idrico integrato costituita da corrispettivi fissi e corrispettivi unitari  secondo scaglioni di consumo, tenendo conto delle diverse tipologie di utenza, a titolo di esempio: domestico (residente e non residente), commerciale, industriale, artigianale, turistico, agircolo.

torna all'inizio del contenuto